Il centralino è sempre a tua disposizione: 0932 641001

CHIRURGIA TIROIDEA ED ENDOCRINOLOGIA

Il nodulo tiroideo è la più frequente affezione della tiroide e colpisce più spesso le donne rispetto agli uomini. La sua prevalenza nella popolazione aumenta con il progredire dell'età.

Se i noduli sono multipli si può configurare un progressivo aumento del volume della tiroide fino al gozzo.

Il nodulo, di varia dimensione e consistenza, può essere visibile all'esame clinico del collo o in seguito ad un esame ecografico; la maggior parte dei noduli è benigno, salvo un 5% dei casi in cui è di natura tumorale.

Gli esami strumentali e di laboratorio per il nodulo tiroideo sono orientati a definirne la natura (benigna o maligna), e la associazione con una tiroidite cronica o acuta.

Le indagini di laboratorio sono volte a determinare il valore del TSH, che è un ormone ipofisario stimolante la tiroide, e i valori del FT4 e del FT3, gli ormoni prodotti dalla tiroide.

La presenza di TSH elevato con ormoni tiroidei diminuiti indica uno scarso funzionamento della tiroide, che viene stimolata dall'ipofisi, mentre un incremento del FT3 e FT4 indica un funzionamento autonomo della tiroide, spesso a causa di un nodulo iperfunzionante.

Per evidenziare la presenza di una tiroidite autoimmune si ricorre al dosaggio degli anticorpi antitireoglobulina ed antitireoperossidasi, che si elevano in caso di tiroidite di Hashimoto.


Servizi disponibili


  • Prevenzione e cura malattie della Tiroide, Paratiroidi e Collo
  • Agoaspirati Tiroidei
  • Ecografia Tiroidea
  • Chirurgia Tiroidea Mininvasiva